mercoledì 29 febbraio 2012

Cremina al limone


Erano veramente secoli che volevo farla..un anno sicuro!

La fece Doretta l'anno scorso e da quel momento ho sempre avuto la voglia di provarla. Ma vuoi per la mancanza di prodotti sicuri, vuoi per mia pigrizia. La prova è sempre stata rimandata.

Ma, ora non avevo più scuse!!!
i miei 20 kg di agrumi sono assolutamente da usare. E quindi ne ho approfittato.

Sono andata al supermercato ed ho comprato la mia prima bottiglia di alcool puro a 95.
Ok, prima di andare alla cassa sono svenuta un attimo a causa del suo prezzo.. oltre 11 euro per un litro. Ma con un litro potrò fare tante cremine, il limoncello (che vi farò vedere nelle prossime ricettine) e pure un liquore all'arancia speziata.
Mmmm...no, troppa roba.. prendo due bottiglie e sto più tranquilla.

La ricetta di base l'ho trovata qui: Dolcipensieri.

Questo è quello che ho fatto io:

Ingredienti:
- 37 gr di bucce di limone
- 80 gr di zucchero
- 25 gr di alcool puro a 95°

Ho lavato per benino 8 limoni verdi con una spazzolina pulisci-unghie precedentemente disinfettata.

Ho preso poi il pelapatate, ho steso un canovaccio sul bancone e zac zac: ho pelato per benino i miei limoni stando attentissima a non pelare anche il bianco (che darà la nota amara!!!).
Ho pesano le bucce e le ho poi stese sul canovaccio per lasciarle asciugare.

Nel frattempo ho pesato lo zucchero. Ne ho usato circa il doppio rispetto al peso delle bucce dei limoni.



Con un coltello affilato ho preso le scorze e le ho sminuzzate per benino.
Le ho poi unite allo zucchero ed ho fin da subito notato un po' di "pappetta". Era lo zucchero che si stava già sciogliendo a contatto del limone.
E mentre inspiravo a pieni polmoni il profumo intenso dei miei limoni verdi ho mescolato per benino il tutto.



Ho coperto il recipiente che lascerò riposare per un'oretta abbondante.

Trascorso questo tempo o mescolato ancora un pochetto e vi ho aggiunto 25 gr di alcool puro. Sono andata piuttosto ad occhio fintanto che mi sembrava abbastanza liquido.
Vi ho inserito poi un pezzettino di una stecca di vaniglia (ma è opzionale). Chiuso e posto in un luogo buio.

Questa cremina potrete usarla per insaporire i vostri dolci (tranquilli, l'alcool durante la cottura evaporerà). Oppure per insaporire della carne o del pesce, sempre in cottura.

Io l'ho già usata per cucinare una orata al cartoccio e del salmone al forno ed il risultato è stato sublime.

6 commenti:

  1. Risposte
    1. sto testando la frullatura anche al minipimer. I pezzetti di scorza saranno più piccini così.
      Questa pozione merita proprio!!!

      Elimina
  2. Ciao, ti ho risposto sul post delle orange bars :o)

    RispondiElimina
  3. uhm m mi sembra di sentirne il profumo!

    Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary!!!!!
      grazie per essere passata!! ♥

      Elimina

Ciao.. grazie per aver apprezzato la mia ricetta.

Se vuoi contattarmi via mail scrivimi qui

(Saranno rimossi i commenti contenteti spam, pubblicità od insulti).

Grazie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...